Fed: Ben Bernanke taglia tassi al 3,50%

di Laura Commenta

fed1.jpg

Ben Bernanke, taglia i tassi di interesse sui Fed Funds di 75 punti base portandoli al 3,50%. Ridotto sempre di 75 punti base anche il tasso di sconto che scende al 4%. I futures su Wall Street sull’indice S&P 500 hanno subito ridotto la perdita a 47,10 punti a 1.278 punti pur rimanendo ampiamente in negativo (-3,5%). È una manovra monetaria effettuata in anticipo, in quanto il taglio tassi doveva essere effettuato in occasione della riunione della prossima settimana al 29-30 gennaio. Un taglio “straordinario” di 75 basis point sulla debolezza dell’outlook economico per il 2008 evidenziano che la Fed avrebbe dunque deciso di offrire un forte aiuto ai mercati nel tentativo di impedire l’entrata dell’economia americana in recessione, confermando così che i sempre maggiori rischi di ingresso in una fase di downgrade sono realmente temuti e addirittura, c’è la possibilità che la Federal Reserve annunci un ulteriore taglio di 50 punti base del costo del denaro al 3% in occasione della riunione della prossima settimana al 29-30 gennaio.


Un’ulteriore conseguenza è che i mercati mondiali sono in allarme per il rischio di una recessione americana, il commissario Ue agli Affari Economici e monetari Joaquin Almunia, entrando nella sede del Consiglio dove sta per iniziare la riunione dell’eurogruppo prevista per oggi, ha affermato che una recessione americana influenzerebbe solo indirettamente l’Europa i cui fondamentali economici restano solidi, poiché la nostra economia non e’ piu’ cosi’ dipendente dall’economia Usa come una volta. Per cui le misure appena messe in atto dalla Federal Reserve dovrebbero essere sufficienti a drenare il ristagno dell’economia degli Stati Uniti.

via | ilsole24ore

Lascia un commento