Piazza Affari: Milano ancora positiva prima della BCE

di Francesco Giocondo 2

Piazza Affari positiva a metà seduta, anche se non si può parlare di una giornata caratterizzata ancora; non ci sono infatti settori di spicco e le blue-chips non figurano nè in cima nè in fondo al listino. E la cosa non stupisce affatto, visto che l’attenzione è tutta rivolta al pomeriggio ed i book dei titoli più capitalizzati sono serratissimi.

Al momento i titoli migliori sono in ordine CHL, Crespi, Mediacountech e Deutsche Bank che guadagnano rispettivamente il 7.65%, il 6.86%, il 6.08% ed il 5.96%. Bene il settore bancario che guadagna il 2.40%, esattamente come Unicredit che si porta quindi a 0.8525. Bene anche Allianz in territorio positivo a 66.81 euro con un guadagno giornaliero consolidato a 2.45%.

L’attenzione è quindi rivolta al pomeriggio quindi e più precisamente alle 14:30 quando ci sarà la conferenza stampa della BCE; facile che Trichet nel suo intervento farà riferimento alla decisione della Svizzera di serrare il valore del cambio a 1.20, ed ancora più probabile è un intervento a sostegno del settore bancario Europeo dichiarato in pericolo da fonti oltreoceano (a cui comunque non si fa’ più molto riferimento, visto il crollo di credibilità sulle agenzie di rating USA).

Il Dow Jones rimane stretto nella morsa tra 11450 e 11350; i livelli psicologici definiranno nel pomeriggio un range di tenuta, che questa sera con il discorso della FED previsto alle 19:00 (ora Italiana) verrà lasciato per dare il via alla nuova tendenza di breve periodo. Facile pensare come questa potrà essere ribassista visti gli sviluppi negativi in termini di ripresa (per quanto positiva la giornata di ieri, è ancora assimilabile ad una reazione tecnica, vista anche la formazione a “V” poco credibile nelle inversioni), anche se i risultati potranno farsi attendere fino a Lunedì prossimo. L’unico modo di stare sul mercato italiano in modo sicuro è con opzioni visto che le strategie sulla volatilità stanno dando i loro frutti da diverso tempo ed i gap overnight aiutano nell’obiettivo.

Commenti (2)

Lascia un commento