Ocse: conseguenze crisi perdureranno

di Redazione 2

La disoccupazione continuerà a pesare sulle economie nazionali per molto tempo – ha dichiarato il segretario generale dell’Ocse Angel Gurría -. I precedenti cali ci hanno insegnato che la ripresa dell’occupazione avrà un grande scarto rispetto alla ripresa della crescita economica. L’Ocse sta lavorando con i paesi ad adattare le loro politiche per evitare che alti livelli di disoccupazione diventino peristenti.

Parole tristi ma certamente chiare: nel momento in cui dovrebbe iniziare una crescita economica (prevista per il 2010), per gettarci completamente alle spalle le conseguenze della crisi dovremmo attendere non poco tempo: la disoccupazione persisterà fino a data da definirsi. Per ora sappiamo solo che oltre 57 milioni di persone nei Paesi che fanno parte dell’Ocse si troveranno senza lavoro entro la fine del 2010.

Commenti (2)

Lascia un commento