Moleskine: vendite in continua crescita per il taccuino degli artisti

di Francesca Spano 1

Un metodo sicuro per fermare un pensiero geniale, per raccontare un viaggio, per conservare gelosamente una idea o una esperienza: mentre le nuove tecnologie vivono velocissime evoluzioni, ci sono piccoli rituali che non moriranno mai e che rendono “romantica” e “immortale” questa nostra frenetica esistenza. E’ il caso della leggendaria Moleskine, taccuino per eccellenza semplice eppure insostituibile e perfetto nella sua essenzialità. Il suo classico colore nero e la sua dimensione tascabile, sono frutto di una lunga tradizione. Erede del quaderno degli appunti di artisti e intellettuali degli ultimi due secoli oltre che utile, lascia scorrere anni di storia ed esperienza tra le sue pagine, quando sue vecchie edizioni erano compagne fedeli di Vincent Van Gogh e Pablo Picasso, ma anche di Ernest Hemingway e Bruce Chatwin.

Il taccuino Moleskine® è il classico esempio di come un oggetto di uso quotidiano possa diventare insostibuibile pur senza troppi fronzoli. Si tratta, infatti, di un semplice rettangolo nero, con gli angoli arrotondati e chiuso con un elastico, anonimo eppure ricercato. Una contraddizione che ne ha fatto la sua caratteristica vincente. Riprodotto sul modello dei taccuini che Bruce Chatwin portava con sé nei suoi viaggi, compare con tale nome nell’opera “Le Vie dei Canti” in cui lui stesso raccontava la storia del suo fornitore di quaderni, un cartolaio in Rue de l’Ancienne Comédie a Parigi, prima che ne venisse intorrotta la produzione. La seconda primavera del taccuino arrivò nel 1997, grazie ad una azienda di Milano, che la rimise in vendita grazie ad una felice intuizione. Oggi le Moleskine sono distribuite in 53 paesi, attraverso 14.000 punti vendita con numeri in continua crescita.

Attualmente le vendite si moltiplicano mese dopo mese, a dispetto di computer e gioiellini di epoca moderna che renderebbero sconveniente scrivere a mano. Questo perchè Moleskine è sinonimo di cultura, viaggio, memoria e di tutti quegli oggetti che servono per appuntare i propri pensieri. Permettere un vivere contemporaneo parallelo e più creativo ridona lustro alla carta e penna protagoniste dei più alti pensieri della mente umana.

 

Commenti (1)

Lascia un commento