Cos’è un conto corrente e a cosa serve?

di Redazione Commenta

Tutti credono di sapere cosa sia un conto corrente e come funziona anche se in realtà ci sono alcune informazioni fondamentali da conoscere prima di scegliere quello che fa al caso nostro. È per questo che qui di seguito troverai una guida completa su tutte le informazioni utili a capire come funziona e come scegliere il miglior conto bancario senza spese. Eh già, le spese! Si perché avere un conto corrente non significa solamente versare denaro e mettere da parte qualche risparmio ma richiede anche qualche piccolo costo che, alcuni istituti di credito offrono gratuitamente. Quindi mettiti comodo e prendi appunti, vediamo tutto quello che c’è da sapere sul conto bancario.

conto corrente

Cos’è il conto corrente

Un conto corrente è uno strumento indispensabile per gestire al meglio i tuoi risparmi ed il tuo denaro. Serve ad amministrare entrate e uscite e tutti ne possiedono uno. Sul conto corrente puoi accreditare stipendio o pensione ma anche utilizzare assegni, richiedere fidi e finanziamenti oppure semplicemente pagare le spese ordinarie e straordinarie della tua quotidianità. Il conto corrente quindi è uno spazio in cui accumuli e gestisci le tue risorse in denaro. Con un conto bancario puoi anche avere accesso al pannello delle tue spese tramite i servizi di home-banking che oggi sono altamente specializzati e sicuri. Praticamente andare allo sportello per le più comuni operazioni è diventato superfluo.

Esistono diverse tipologie di conto corrente

La più diffusa è quella del conto privato o personale per il quale non c’è bisogno di troppe spiegazioni. Esistono poi i conti famiglia riservati ad un nucleo familiare e utili a mettere da parte i risparmi per le emergenze. Inoltre ci sono anche i conti per studenti e pensionati che godono di tante agevolazioni per i costi di gestione. Infine ci sono i conti correnti aziendali che sono molto diversi da quelli appena descritti perché sono ideati appositamente per un’impresa. I conti aziendali offrono funzioni di gestione differenti per venire incontro alla rendicontazione e alle quotidiane operazioni di un’impresa, come ad esempio il POS.

Il codice univoco

Un conto corrente è caratterizzato da un codice univoco, ovvero unico al mondo. Si compone del nome della banca e del numero associato. Ogni conto corrente dispone di un IBAN, un codice internazionale che identifica i pagamenti. Nell’IBAN sono contenute altre informazioni tra cui il CIN (codice di controllo) l’ABI (il codice identificativo della banca), il CAB (codice dell’agenzia presso cui lo hai aperto) e C/C (il numero di conto corrente). Ovviamente non devi ricordare a memoria tutte queste informazioni perché ti vengono rilasciate in forma scritta al momento dell’apertura.

Come aprire un conto corrente

Per aprire un conto corrente occorre essere maggiorenni e presentare i propri documenti d’identità in corso di validità oltre al codice fiscale. Oggi è facilissimo aprirne uno e molte filiali offrono la possibilità di attivarlo online recapitandoti a casa tutto l’occorrente per iniziare ad utilizzarlo. Quindi scegli quello più adatto a te e inizia a risparmiare perché non è mai troppo tardi per cominciare a pensare al risparmio!