Inside Bar e Outside Bar: gli studi di Gann

di Redazione 4

L’osservazione del Mercato allo scopo di individuare la tendenza e i punti critici (temporali o di prezzo) è un percorso lungo, ma non per forza complicato: esistono una serie di semplici accorgimenti che possono dare indicazioni importanti o conferme sullo sviluppo dei prezzi. Mr. Gann poneva particolare attenzione alle barre (o candele) inside e outside: vediamo cosa sono.

Per Inside Bar, si intende una candela (o una serie di candele) con un range high-low interamente compreso nel range della candela precedente.

Non è raro (come vedrete nella prossima immagine rappresentante il future SPMIB a time frame 15 minuti) assistere ad una serie di barre inside tutte “contenute” nel range di una candela precedente particolarmente ampia (in questo caso vi sono ben 39 candele contenute nel range della prima).


Quando ci troviamo di fronte a situazioni simili, il Mercato è in una sorta di “trading-range” che esprime una indecisione sulla continuazione o meno del trend in corso. Diventa importante la fuoriuscita dei prezzi dal range della prima candela, se accompagnata da forti volumi di scambio, per assistere ad una accelerazione dei prezzi in direzione della violazione del range (nell’esempio, la rottura è avvenuta al ribasso, di conseguenza i prezzi sono precipitati nei giorni seguenti).
Più candele si trovano nel range, e più la sua violazione produce un segnale importante.

È quindi sconsigliato aprire posizioni sul Mercato quando ci troviamo dentro ad un trading-range identificato grazie alle barre inside, poiché vi è una indecisione degli operatori.

L’Outside Bar, al contrario, è una candela con un high superiore all’high della candela precedente ed un low inferiore al low della candela precedente.

Al contrario delle Inside Bar, è difficile assistere a più di una candela outside in successione.

In questo caso, la barra identificata come “outside” potrebbe identificare una inversione di tendenza: osserviamo l’immagine per chiarire quanto detto (immagine a destra rappresentante il future SPMIB a time frame 15 minuti):
dopo un rialzo, assistiamo alla formazione di una barra outside (segnalata dalla freccia blu). Identifichiamo il range high-low della candela con 2 linee orizzontali rosse. Alla violazione del range, si assiste ad una accelerazione in direzione della rottura. Il trend di breve in corso, si è momentaneamente invertito.

In conclusione, bisogna ricordare che Mr. Gann insegnava che le Leggi da lui scoperte erano valide tanto nel “macro” quanto nel “micro”, per cui quanto spiegato fin’ora ha la stessa validità su qualsiasi time frame.
È importante inoltre, per chi volesse applicare quanto descritto fin’ora, non limitarsi esclusivamente all’identificazione delle inside e outside bar, ma cercare conferme anche utilizzando altri strumenti (ad esempio oscillatori) per rendere più sicuri i segnali individuati, e minimizzare il rischio di errore.

Commenti (4)

Lascia un commento