Intesa Sanpaolo utile primo trimestre 2013 batte le stime

di Redazione Commenta

Buone notizie per Intesa Sanpaolo dal bilancio del primo trimestre del 2013. Il gruppo bancario di Ca’ de Sass ha registrato un utile netto in calo del 61,9% a 306 milioni di euro, rispetto agli 804 milioni di euro dello stesso periodo del 2012, ma si tratta pur sempre di un risultato migliore delle stime del mercato ferme a 270 milioni di euro. L’utile prima delle imposte è raddoppiato a 768 milioni di euro dai 386 milioni del primo trimestre dello scorso anno.

L’utile normalizzato si è attestato a 392 milioni di euro, il migliore degli ultimi quattro trimestri. Questi risultati sono arrivati nonostante la politica di accantonamenti molto rigorosa attuata dal management, che rispetto a dodici mesi prima ha incrementato il cuscinetto contro i rischi creditizi del 19,8% a 1.166 milioni di euro. Il livello di copertura dei crediti deteriorati è cresciuto al 43,3% dal 42,7% dell’ultimo trimestre del 2012. La media dei competitor italiani è stata del 34,7% a fine anno scorso.

MIGLIORI E PEGGIORI BANCHE ITALIANE 2013

Rispetto al quarto trimestre del 2012 i ricavi del primo gruppo bancario italiano sono scesi dell’8,3% a 4,1 miliardi di euro, un risultato comunque in linea con le stime degli analisti finanziari. Su base annua la flessione è pari al 14,4%. Prosegue poi il rafforzamento del patrimonio. La banca è una delle poche in Italia ad avere già i requisiti richiesti da Basilea 3 su patrimonializzazione e liquidità. Il common equity ratio proforma secondo Basilea 3 è salito al 10,7% dal 10,6% di fine 2012 ed è tra i più alti in Europa. Il Core Tier 1 è cresciuto all’11,3% dall’11,3% di fine 2012.

DEUTSCHE BANK TAGLIA STIME EPS 2013 SU BANCHE ITALIANE

Come sottolineato dall’amministratore delegato Enrico Cucchiani, il gruppo bancario torinese si conferma tra gli istituti di credito più solidi in Europa, grazie anche a un leverage molto contenuto e un basso profilo di rischio. Cucchiani ha definito i risultati in linea con le stime del management e con il percorso necessario per confermare o aumentare il dividendo rispetto allo scorso. Intanto a Piazza Affari le azioni ordinarie Intesa Sanpaolo segnano un rialzo dell’1,52% a 1,407 euro.