Nuovi contratti Saipem

di Redazione Commenta

Saipem ha annunciato di essersi aggiudicata dei nuovi contratti per un valore complessivo di 3,2 miliardi di euro. La società ha inoltre fatto sapere che, dall’inizio di novembre 2012 a oggi, si è aggiudicata nuovi contratti per un valore totale di circa 3,2 miliardi di euro, con peso preponderante per il mese di dicembre, quando la società ha conquistato un valore pari a 1,4 miliardi di dollari. Vediamo allora quali sono i principali nuovi contratti che la società ha avuto modo di aggiudicarsi recentemente.

In Canada – riepilogava un comunicato stampa dell’agenzia AGI – “Saipem ha concordato con Husky Oil il valore chiavi in mano per il progetto Sunrise Central Facility, che Saipem sta gia’ sviluppando. In Nigeria Saipem ha firmato un contratto EPC con Dangote Fertilizer Ltd, per un nuovo complesso di produzione di ammoniaca e urea da realizzarsi nello stato di Edo, in Nigeria. Lo scopo del lavoro include l’ingegneria, l’approvvigionamento e la costruzione di due treni di produzione gemelli e dei relativi impianti di servizio, incluse le infrastrutture esterne all’impianto” (vedi anche Saipem profit warning 2013).

Importanti sono anche le integrazioni e le variazioni nello scopo del lavoro di contratti esistenti, in Australia e Iraq. In Arabia Saudita. In particolare, continuava lo stesso comunicato, “Saipem si e’ aggiudicata un contratto chiavi in mano da Saudi Aramco, che estende lo scopo del lavoro originario, concordato all’inizio del 2011 per lo sviluppo dei campi Arabiyah and Hasbah, nel Golfo Arabico. L’incremento riguarda lavori aggiuntivi nella costruzione delle condotte di largo diametro. Nel Mare del Nord, Saipem si e’ aggiudicata vari contratti di tipo T&I (trasporto e installazione) da Statoil, che prevedono l’impiego della Saipem 7000, in entrambi i settori Norvegese e Britannico” (vedi anche Saipem in fumo 3,4 miliardi in un giorno).

Completano la gamma di nuovi contratti quelli in Medio Oriente, Mare del Nord e Africa Occidentale. Da non dimenticare anche i nuovi contratti con Eni, per 900 milioni di euro, al fine di estendere il noleggio della Saipem 10000 e dello Scarabeo 4.

Lascia un commento