Saipem profit warning 2013

di ND82 Commenta

E’ stata una giornata di passione ieri in borsa per il titolo Saipem, che ha chiuso la seduta con una flessione del 3,52% a 30,45 euro, toccando il minimo più basso degli ultimi venti giorni circa a 30,27 euro. A mettere sotto pressione l’andamento del titolo della società petrolifera milanese sono state varie notizie negative, a partire dai rumors relativi al collocamento di 9,97 milioni di azioni (2,3% del capitale) che Bank of America Merrill Lynch avrebbe effettuato per conto di un cliente istituzionale in un range di prezzo tra 30,65 euro e 31,56 euro per azione.

Poi è arrivata la bocciatura di Jp Morgan che, pur confermando il rating a “neutral”, ha deciso di limare il target price a 38,9 euro dalla precedente valutazione di 41,6 euro. Cinque giorni fa, invece, era stata la volta di Barclays, che aveva abbassato il rating a “equalweight” e il target price a 40 euro da 42 euro. Infine, a mercati chiusi, la società petrolifera ha comunicato la revisione delle stime per il biennio 2012-2013, lanciando di fatto un profit warning.

SAIPEM: RATING TAGLIATO DA BARCLAYS A “EQUALWEIGHT”

Per il 2012 è avvenuta una sforbiciata sull’ebit del 6% rispetto alla guidance iniziale a 1,5 miliardi di euro, mentre l’utile netto è atteso a circa 900 milioni di euro. Le indicazioni più negative sono però quelle per l’anno in corso. Per ciò che concerne la divisione Engineering & Construction Onshore la flessione dell’ebit sarà dell’80% rispetto allo scorso anno, mentre per l’offshore il calo è stimato al 70% in meno del 2012. Una magra consolazione arriva dalle stime sulle perforazioni onshore e offshore, che dovrebbero aumentare del 20% rispetto al 2012.

SAIPEM ESCE DALLA LISTA DEI TITOLI PREFERITI DI CITI

I vertici societari stimano una ripresa solo a partire dal 2014. Umberto Vergine, nuovo ceo di Saipem, ha dichiarato che, nonostante le difficoltà attese per il 2013, il futuro resta molto promettente in quanto la società è sempre molto solida e con eccellenti prospettive di crescita. Oggi in borsa è prevista una nuova debacle del titolo, che ieri in after-house già quotava intorno a 29 euro.

Lascia un commento