Tod’s prese di profitto dopo record storico a 98,5 euro

di ND82 Commenta

Il titolo Tod’s, azienda leader italiana nel settore luxory, continua a stupire in borsa. Ieri le azioni della società guidata da Della Valle hanno raggiunto il nuovo massimo storico a 98,5 euro. Negli ultimi quattro anni la quotazione di Tod’s a Piazza Affari è quasi quadruplicata. Stamattina, però, sono scattate le prese di beneficio e il titolo mostra al momento una perdita dell’1,96% a 95,2 euro. Negli ultimi cinque mesi il titolo ha guadagnato poco più del 43% alla borsa di Milano.

Intanto, Banca Akros ha deciso di incrementare il prezzo obiettivo a 94,7 euro dalla precedente valutazione di 89 euro. La merchant bank del gruppo Bpm ha confermato la propria raccomandazione sul titolo del lusso a “hold”, ovvero mantenere le azioni in portafoglio. Gli esperti di Banca Akros fanno notare, però, che l’azione tratta leggermente a premio rispetto alla mediana dei competitor e non è lontana dalla media storica dei multipli p/e ed ev/ebitda.

TOD’S, TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2012

Insomma, nonostante le straordinarie potenzialità di crescita del titolo c’è il rischio che l’ipercomprato in borsa possa presto aprire le porte a una correzione fisiologica, dettata dalla volontà degli investitori di breve termine di monetizzare i guadagni fin qui accumulati. Ad ogni modo, sembra probabile che il titolo possa entro fine anno andare a testare la soglia psicologica dei 100 euro: un traguardo storico, visto che a gennaio 2009 la quotazione era ancora di poco superiore ai 22 euro.

SALVATORE FERRAGAMO: TITOLO VALE 16€ SECONDO MORGAN STANLEY

Banca Akros è scettica solo sul business in Italia, ma Tod’s continua a stupire per le vendite in Asia e nel resto del mondo. L’azienda ha ridotto l’esposizione sull’Europa e l’Italia al 61,6% dal 78% del 2009. Per il 2013 è atteso il consolidamento del marchio Hogan in Asia e lo sviluppo a livello globale del marchio Fay. A Piazza Affari da inizio 2012 il titolo Tod’s guadagna il 55%.

Lascia un commento