Borse europee positive, nonostante i dazi. Stona Milano

di Daniele Pace Commenta

borseLe Borse europee aprono positive, influenzate dai buoni risutati di Wall Street ieri, ma poi Milano inverte a rotta. Dopo un’ottima apertura a +0,31% infatti, Piazza Affar gira ora (12:38 CEST) a -0,28%. Bene le altre borse, con Londra che gira appena sopra la parità, Francoforte a +0,27%, Parigi a +0,32% e Zurigo a 0,06%. Nuova seduta molto positiva per il Nikkei di Tokyo, con un più 1,08%, dopo che la banca centrale nipponica ha confermato i tassi molto bassi nel prossimo periodo. La politica monetaria vede i tassi sullo yen al -0,1%, con conferme anche per il QE.

Gli altri dati

Il mercato valutario conferma oggi la stabilità delle principali valute, con l’euro a 1,16814 dollari. La coppia USD/JPY è a 112,33 yen.
Ancora giù lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi, nonostante le polemiche tra il vicepremierDi Maio e il Ministro dell’Economia Tria. Il differenziali si stabilizza a 227 punti, e scende anche il rendimento decennale al 2,79%.
Bene i dati sulle immatricolazioni in Italia, mentre oggi l’Istat comunicherà i dati sulla produzione nelle costruzioni a giugno e luglio. Poi sapremo anche sull’inflazione nel Regno Unito. Dagli Usa arriveranno il saldo delle partite correnti, e le licenze edilizie dei nuovi cantieri resideniziali.
In leggera salita il petrolio, con il Wti a 69,96 dollari al barile e il Brent a 79,08 dollari. L’oro sale a 1202 dollari l’oncia.