Licenziamenti a Yahoo, Google inarrestabile

di Redazione 3

Yahoo!, motore di ricerca e portale Internet, per far fronte alla forte concorrenza di Google, ha pensato a un licenziamento. L’azienda di Sunnyvale, prima della presentazione del bilancio già si pensava avrebbe ridotto del 20% la forza lavoro con un taglio di 1500/2500 posti di lavoro ed a rischio erano soprattutto i posti europei. La società ieri ha presentato il bilancio ed ha così confermato un taglio di almeno mille posti di lavoro su un totale di 14.300 dipendenti. Il 2008 si preannuncia già come un anno difficile.

Il fatturato è risultato in crescita del 7,6% a 1,83 miliardi e dell’8,4% nel 2007 a quasi 7 miliardi di dollari. Il settore che apporta la maggior parte delle entrate, ovvero quello della pubblicità online è cresciuto del 28% lo scorso anno. Tuttavia hanno duramente inciso sulle vendite i costi di una riorganizzazione societaria avvenuta negli ultimi tre mesi del 2007. Il CEO Jerry Yang ha rivelato alla stampa un piano di riduzione dei posti di lavoro di circa il 7% da realizzare entro la metà di febbraio, l’obiettivo è quello di poter avviare massicci investimenti per attirare pubblicità e nuovi utenti. Yang si è detto consapevole che la società continuerà ad avere problemi per l’anno in corso.


Il titolo ha ovviamente subìto un calo. Le indiscrezioni trapelate sugli imminenti tagli della forza lavoro a Yahoo! avevano già spinto il titolo del colosso internet, esattamente ad un ribasso del 3,5%. Dopo la presentazione del bilancio il titolo ha subìto un calo dell’11% a 18,55 dollari. Così mentre Yahoo! perde appeal tra utenti ed investitori e i numeri si fanno progressivamente sempre più pesanti, il concorrente Google diviene sempre più inarrestabile e vede crescere la propria fetta di mercato.
VIA |ilsole24ore

Commenti (3)

Lascia un commento