Brasile in crescita: ne conseguono inflazione ed aumento tassi per frenare il livello dei prezzi

di Redazione 1

Da gennaio il Brasile è salito del 6,2% grazie alla politica monetaria espansiva messa in atto nel Paese. Un’iniziale riduzione dei tassi ha quindi dato il suo esito positivo, non dimentichiamo però una crescita troppo veloce porta all’aumento del livello generale dei prezzi. Il prezzo da pagare del salvataggio del sistema finanziario occidentale è sotto gli occhi di tutti e si chiama inflazione. Paesi ad altissima crescita (Brasile, Russia, Arabia, India, Cina e Asia in generale) hanno raggiunto livelli inaccettabilmente alti mettendo sotto pressione i governanti che ora compiono le manovre opposte per bilanciare la crescita aumentando i tassi di interesse: In Brasile il tasso è salito al 12, 25%.

Commenti (1)

Lascia un commento