Si riducono le stime sull’inflazione in Brasile, guadagna il mercato azionario

di Redazione Commenta

Per la terza settimana consecutiva sono state ridotte le previsioni riguardo l’inflazione in Brasile per il 2008. Dopo il 6,58% di tre settimane fa adesso il valore previsto di attesta al 6,44%. Fattori alla base di questa riduzione sono l’andamento del prezzo delle materie prime agricole e la politica monetaria della banca centrale. Il rallentamento della corsa dei prezzi del cibo e gli alti tassi di interesse dovrebbero infatti garantire una riduzione dell’inflazione entro i livelli considerati accettabili dalla banca centrale (2,5%-6,5%). C’è tuttavia incertezza sulla future mosse intorno ai tassi di interesse, adesso al 13%, che potrebbero salire ulteriormente. La riduzione delle aspettative sull’inflazione ha avuto un effetto positivo sul mercato azionario brasiliano. L’indice Bovespa si è mosso in controtendenza rispetto agli altri mercati dell’america latina guadagnando lo 0,5%. In evidenza il settore della grande distribuzione e le utilities.

Lascia un commento