Settore bancario in netto recupero

Balzo del settore bancario in questo giorno di festa per la Repubblica Italiana. I mercati non chiudono i battenti e la risposta degli investitori è più reattiva che mai visto che fin dalle prime ore gli scambi si infiammano intorno al settore chiave della finanza Europea; le banche salgono in italia di oltre il 4,52% complessivamente, rilanciando un settore in crisi grazie ai conti positivi di due istituti dell’Eurozona.

In particolare il primo (Banco Bilbao Vizcaya Argentaria) guadagna la momento il 4,14% in borsa dopo la pubblicazione dei risultati del primo trimestre che vedono un utile di 1,01 miliardi di euro (superiore alle stime degli analisti a 912 milioni di euro).

La stretta al credito da parte delle banche, secondo la BCE, è stata minore nell’ultimo trimestre rispetto al periodo precedente e le condizioni hanno ancora margine di miglioramento per i mesi a venire. Da queste parole si percepisce una nota positiva per il futuro prossimo dell’Eurozona; siamo vicini quindi ad un punto di svolta in cui il lavoro portato avanti da Gennaio scorso potrebbe finalmente portare i risultati sperati con l’avvio di una nuova fase di salita.

STARK “BCE NON DEVE COMPRARE BOND ITALIANI”

Le voci che parlano di una crisi dell’Euro e dell’uscita dalla Moneta Unica degli Stati sorte solamente nella giornata di ieri vengono messe a tacere con una risposta molto chiara da parte degli investitori; se il settore bancario seguirà la via del recupero e le politiche monetarie saranno favorevoli al prestito interbancario ed all’erogazione del credito, l’avvio della ripresa è prossimo e difficilmente assisteremo ancora a downgrade da parte degli USA. Questi infatti dovranno prima o poi ammettere che la situazione è cambiata radicalmente negli ultimi tempi ed anche se gli Stati Uniti sono più avanti con la ripresa economica, l’Eurozona ha il potenziale per portarsi alla pari in breve tempo.

RECORD OVERNIGHT, DEPOSITI BCE A 255 MILIARDI

Lascia un commento