iPhone 3G: il cellulare dell’Apple distribuito in Italia da Tim e Vodafone è già l’oggetto di culto 2008

di Laura Commenta

È stato atteso con fermento, ovunque se ne è parlato, i più impazienti se lo sono fatto portare dall’amico in vacanza in America (e grazie al tasso di cambio hanno anche risparmiato). È lo smartphone evoluto, con ampie capacità di connettività e che negli Stati Uniti è venduto a 199 dollari la versione da 8Gbyte e 299 dollari la versione da 16Gbyte. Il touchscreen dell’Apple è l’unione di tre prodotti in uno: un telefono d’avanguardia, un iPod widescreen e un dispositivo internet con e-mail in formato HTML e navigazione web completa. Finalmente da qualche giorno si può acquistare anche in Italia l’iPhone 3G.

Il nome ci fa pensare subito all’omonima compagnia telefonica, ma in realtà quest’ultima non ne vende proprio. O meglio, dovrebbe essere una delle compagnie sprovviste, insieme a Wind, ma in realtà l’iphone 3G è risultato introvabile anche nei centri Tim e Vodafone. Sapere con precisione quanti iPhone ci sono nei negozi è praticamente impossibile.Tim Vodafone Apple hanno menzionato numeri.


Ma non vogliamo essere drastici, perché ci sono delle cifre che parlano chiaro: Il cellulare touchscreen ha superato il milione di dispositivi venduti in appena un fine settimana in 21 Paesi. Questo secondo Bloomberg, nonostante i problemi con le attivazioni che hanno rallentato significativamente le vendite. Si parla solo in Italia di oltre 16.000 iPhone3G venduti nel primo giorno solo a marchio TIM. La Vodafone ha ufficiosamente parlato di 15.000 unità vendute. Cifre di una certa rilevanza dato che si parlava di flop a causa dei prezzi elevati. A questo punto una domanda sorge spontanea: ma non si dice che l’Italia sia in crisi, i soldi non bastano più, l’euro ci ha rovinato e via dicendo? Evidentemente gli italiani sono un popolo tecnologico: si lamentano se aumenta il prezzo della carne e della pasta ma non sanno resistere a un telefonino che più che un cellulare è un pc e magari lo useranno pochissimo dato che per molti altro non è che uno status symbol da sbandierare con orgoglio. E voi, l’avete comprato o avete resistito alla tentazione?

Lascia un commento