Entro il 2009 Banca Centrale dei Paesi del Golfo, moneta unica dopo il 2010

di Redazione 1

Entro il 2009 sarà creata la Banca Centrale dei Paesi del Golfo, essa avrà ruolo simile alla nostra Bce, ma la moneta unica arrivera’ dopo il gia’ annunciato 2010. La moneta comune, è vista come strumento necessario per distinguersi dagli altri Paesi arabi e integrare profondamente il sistema economico e finanziario all’interno della regione. L’accordo è stato siglato a Doha dai governatori delle banche centrali di Arabia Saudita, Qatar, Kuwait, Bahrein, Emirati Arabi Uniti e Oman. Mancano pochi passi per la nascita della nuova Banca centrale: l’approvazione dei ministri delle finanze a settembre e il sigillo sulla stesura finale dei governanti a novembre. Le basi dell’unione economica che questi Paesi vogliono creare erano state poste già nel 1980, ma solo verso la fine degli anni ’90 i lavori hanno iniziato a procedere velocemente


Con la riduzione dei dazi doganali del 50% nel gennaio 2002, seguita all’accordo per una zona di libero scambio nel 1998, i Paesi Gcc hanno accelerato i processi di integrazione e sembrano ora intenzionati a tagliare il traguardo nei termini fissati, consapevoli delle difficoltà da risolvere: la riduzione dei dazi ha prodotto un aumento del 37% degli scambi tra i Paesi membri, ma il commercio interno all’area non supera ancora l’8,5% del commercio totale, petrolio incluso, a fronte di uno scambio commerciale con il mercato asiatico e il mercato europeo pari al 40% ciascuno.

Il commercio, dunque, prima di tutto. Prima della libertà di espressione, del voto politico, dei diritti civili. Gli emirati più piccoli hanno da tempo iniziato un processo di democratizzazione e di riforme strutturali, ma il cammino per lo sviluppo umano è ancora tortuoso, per ora i Paesi del Golfo guardano allo sviluppo principalmente in chiave economica

Commenti (1)

Lascia un commento