Unione monetaria: perchè l’Inghilterra non adotta l’euro

di Redazione 2

Nel giugno 1988 il Consiglio europeo confermò l’obiettivo della progressiva realizzazione dell’Unione economica e monetaria (UEM) e assegnò a un comitato guidato da Jacques Delors, all’epoca Presidente della Commissione europea, il mandato di elaborare un programma concreto per il suo conseguimento. Il “Rapporto Delors”, redatto a conclusione dei lavori, proponeva di articolare la realizzazione dell’Unione economica e monetaria in varie fasi: dal rafforzamento della cooperazione tra Banche Centrali, alla fissazione irrevocabile dei tassi di cambio delle valute dei primi 11 Stati membri partecipanti all’unione monetaria e la conduzione di una politica monetaria unica
sotto la responsabilità della BCE ed infine l’adozione della moneta unica.


La perdita della sovranità monetaria è il più appariscente degli svantaggi che l’operazione euro ha portato con sé. Dal 1° gennaio 1999, è la BCE, la Banca Centrale Europea, che stabilisce i tassi di interesse e persegue gli obiettivi di controllo dei prezzi per tutti e 12 i paesi aderenti all’Unione. Le singole Banche Centrali nazionali, e di conseguenza i singoli Stati, non hanno invece più alcuna autonomia al riguardo. Le esportazioni sono svantaggiate. Sarà per questo che l’Inghilterra ha deciso di non adottare la moneta unica? É un Paese economicamente molto forte e ben strutturato ed in effetti hanno aderito al sistema monetario europeo quei paesi con forte debito interno per non trovarsi strangolati dall’inflazione. Inoltre il Commonwealth costituito dagli stati che furono nell’ impero britannico usano la sterlina per le transazioni internazionali e i giacimenti petroliferi del mare del nord hanno risolto la situazione economica britannica.
E a noi è convenuto adottare la moneta unica? Potete trovare uno spunto di riflessione su questo articolo .

Commenti (2)

  1. xkè gl iinglese sono deficenti oltre ke persone idiote e xkè ovviamente vogliono rompere i c.o.g.lioni a tutti quanti! io penso ke persone più stron.ze degli inglesei non ce nè siano al mondo, forse vabbè solo gli italiani, noi facciamo loro gran concorrenza in fatto di deficenza!!!

Lascia un commento