Il valore dell’euro supera la sterlina

Negli ultimi giorni il valore dell’euro nei confronti di quello della sterlina ha raggiunto i suoi massimi storici. Nel corso dello scorso fine settimana, infatti, la moneta di Sua Maestà è stata scambiata per appena 97 centesimi di euro dalle numerose agenzie di cambio presenti presso i diversi aeroporti di Londra.

Tasse troppo alte in Europa secondo Draghi

Il governatore della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, ha dichiarato ieri in un’audizione al Parlamento europeo che il risanamento dei conti pubblici sta avendo un impatto positivo anche sul difficile finanziamento delle imprese che ormai sta diventando la sfida più importante per l’Eurotower. Il banchiere italiano ha affermato che nella prima parte dell’anno l’economia europea resterà debole, ma è attesa una graduale crescita a partire dalla seconda metà dell’anno. Draghi ha sottolineato che il 2013 è iniziato con un quadro più stabile, grazie alle riforme promosse dai governi nazionali.

La Svizzera fissa cambio con l’euro a 1,2

Mentre l’euro continua la sua ascesa e supera ampiamente il dollaro, altri Paesi preferiscono frenare aumenti importanti del valore della propria valuta. E’ il caso della nostra vicina, la Svizzera. “La sopravvalutazione del franco minaccia l´economia”, si legge in un comunicato della Swiss National Bank, la Banca centrale svizzera, la quale ha annunciato di aver fissato il cambio con la valuta nostrana ad un minimo di 1,2 franchi.

Piazza Affari: perdite per immobiliari e bancari. In ripresa petroliferi

Perdite per gli immobiliari a Piazza Affari: alla prima seduta di contrattazioni dopo l’annuncio del prossimo aumento di capitale (e/o di obbligazioni convertibili, eventualmente associate ad un warrant) la società Aedes ha visto tantissime vendite, aumentate con il passare delle ore. A fine contrattazioni la perdita è stata superiore al 14%, mentre da un anno a questa parte il gruppo cede l’80%.

Ieri è scesa del 4% anche Risanamento, il gruppo che fa capo a Luigi Zunino perde anch’esso l’80% da inizio anno. Sono poco sopra il 40% di perdite annue Beni stabili, Gabetti e Igd, quest’ultima unica società immobiliare ad avere lo status di Siiq (che garantisce un particolare trattamento fiscale in cambio di un altissimo livello di distribuzione degli utili). Molto negativa sui dodici mesi anche Pirelli Re, che perde quasi il 70%, mentre è sospesa dalle contrattazioni Ipi, che fa capo a Danilo Coppola (ma in cui ha una quota che sfiora il 10% anche Risanamento).

Entro il 2009 Banca Centrale dei Paesi del Golfo, moneta unica dopo il 2010

Entro il 2009 sarà creata la Banca Centrale dei Paesi del Golfo, essa avrà ruolo simile alla nostra Bce, ma la moneta unica arrivera’ dopo il gia’ annunciato 2010. La moneta comune, è vista come strumento necessario per distinguersi dagli altri Paesi arabi e integrare profondamente il sistema economico e finanziario all’interno della regione. L’accordo è stato siglato a Doha dai governatori delle banche centrali di Arabia Saudita, Qatar, Kuwait, Bahrein, Emirati Arabi Uniti e Oman. Mancano pochi passi per la nascita della nuova Banca centrale: l’approvazione dei ministri delle finanze a settembre e il sigillo sulla stesura finale dei governanti a novembre. Le basi dell’unione economica che questi Paesi vogliono creare erano state poste già nel 1980, ma solo verso la fine degli anni ’90 i lavori hanno iniziato a procedere velocemente