Operazione liquidità riduce lo spread e allenta tensioni

La situazione delle borse europee appare decisamente rosea: Piazza Affari è passata dal +1% a una crescita del 4,3%, Londra ha guadagnato il 3,46%, Madrid il +3.83%, Amsterdam il 4,27%. Anche Parigi e Francoforte hanno visto un aumento rispettivamente di +4,19% e +5%. Era prevedibile o almeno auspicabile un impatto positivo sui mercati: il comunicato emesso dalle banche centrali ha annunciato un’azione coordinata per supportare il settore finanziario globale in risposta alla crisi del debito e l’impatto si é presto visto.

Entro il 2009 Banca Centrale dei Paesi del Golfo, moneta unica dopo il 2010

Entro il 2009 sarà creata la Banca Centrale dei Paesi del Golfo, essa avrà ruolo simile alla nostra Bce, ma la moneta unica arrivera’ dopo il gia’ annunciato 2010. La moneta comune, è vista come strumento necessario per distinguersi dagli altri Paesi arabi e integrare profondamente il sistema economico e finanziario all’interno della regione. L’accordo è stato siglato a Doha dai governatori delle banche centrali di Arabia Saudita, Qatar, Kuwait, Bahrein, Emirati Arabi Uniti e Oman. Mancano pochi passi per la nascita della nuova Banca centrale: l’approvazione dei ministri delle finanze a settembre e il sigillo sulla stesura finale dei governanti a novembre. Le basi dell’unione economica che questi Paesi vogliono creare erano state poste già nel 1980, ma solo verso la fine degli anni ’90 i lavori hanno iniziato a procedere velocemente