ISTAT: Il 50% degli italiani con 1900 euro al mese

di Redazione 2

Secondo le ultime statistiche rese note dall’ISTAT nel Rapporto Annuale sulle condizioni dell’Italia presentato alla Camera dei Deputati, il 19% degli italiani non riesce ad arrivare alla fine del mese ed il 50% vive con 1900 euro al mese.

Tra le categorie più a rischio ci sono le famiglie con figli minori a carico e le persone che vivono da sole, sono proprio questi che si trovano in ritardo nei pagamenti.
Il rapporto focalizza che il reddito netto per le famiglie residenti in Italia è di 2300 euro mensili inclusi i trasferimenti monetari,di circa 700 euro. Nota importante viene dalle famiglie rette solo dallo stipendio femminile, in questi nuclei familiari si ha circa il 27 % in meno del reddito rispetto agli altri.


Il rapporto ovviamente pone anche un grosso problema come la disparità tra stipendi del Nord e stipendi del Sud, infatti sottolinea che lo stipendio delle famiglie del Centro-Sud sia un quarto inferiore rispetto a quelle di Centro-Nord, la cosa addirittura diviene ancor più pesante se si aggiungono anche i costi dei fitti. Altro fronte toccato dal Rapporto è quello delle retribuzioni orarie, esse infatti in Italia sono cresciute pochissimo nell’arco di tempo dal 1995 al 2006, solo il 4,7%, sotto di circa un quinto dalla soglia Europea. Considerando anche la produttività del lavoro l’Italia è ovviamente fanalino di coda poiché sempre nello stesso periodo ha registrato una crescita solo del 4,7 % rispetto al 10-13% degli altri paesi dell’Unione.

Ultimo dato ma non per importanza è la crescita economica complessiva del nostro paese. L’ Italia infatti negli ultimi 10 anni ha registrato un PIL dell’ 1,4% mentre nei paesi dell’Unione Europea a 27 è del 2,5%. La media delle imprese italiane con meno di 4 addetti è la più bassa d’Europa con solo 4 addetti per impresa rispetto alla media di 6,5 dell’Unione Europea. Tutti i dati stilati delineano un scarsa competitività della nazione, che per mettarla in termini metaforici la possiamo accostare ad un’enorme campana di vetro dove tutti i suoi abitanti vivono incuranti di quello che accade all’esterno, ma quando il vetro si romperà, e crediamo stia già succedendo, saranno danni per tutti, nessuno escluso.

Commenti (2)

Lascia un commento