Nuova super-manovra finanziaria: altri 45 Miliardi in 2 anni

A neanche trenta giorni di distanza dalla Manovra Tremonti ancora si parla di pareggio di bilancio ed ecco che il Consiglio dei Ministri approva le nuove misure per trovare ben 45 miliardi di Euro nei prossimi due anni, che vanno a sommarsi ai precedenti.
Il premier apre il confronto come è solito, cioè girando ancora una volta la colpa della situazione Italiana allo spettro della “speculazione”:

La speculazione si è orientata verso i Paesi che hanno più titoli in circolazione

Tornando al provvedimento, si tratta quindi di 20 miliardi nel 2012 e 25 nel 2013 per il pareggio di bilancio dello Stato Italiano, che questa volta sembra non escludere veramente niente e nessuno. L’anticipazione della bozza rivela infatti tagli alla politica, sui ministeri per ben 8.5 miliardi complessivi, ma si è parlato anche di aumento dell’Irpef per gli autonomi, la soppressione delle province sotto i 300000 abitanti, la tracciabilità degli scontrini fiscali e molto altro. Ma quello che più ha tenuto alto il confronto/scontro è stata la discussione sulle pensioni grazie al leader della Lega Nord Umberto Bossi che fin da subito si è scagliato contro il provvedimento e nelle sue dichiarazioni accenna ad una proposta e si limita ad un’affermazione piuttosto scontata:

Non lo so, noi abbiamo le nostre proposte ma la gente non vuole che le pensioni si tocchino