Noleggiare un’auto senza credito: quali sono i rischi?

di Daniele Pace Commenta

Approcciamo meglio un mondo ricco di sfaccettature complesse e delicate

L’estate, finalmente, è arrivata. E mai come quest’anno, che resterà agli annali come quello bisestile più funesto, la voglia di fare un salto al mare, piuttosto che visitare una città a noi lontana e sconosciuta, è particolarmente elevata. Sempre all’insegna, però, del rispetto delle misure di distanziamento sociale e del corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

Noleggiare un'auto
Noleggiare un’auto

Quanto recentemente avvenuto, con la comparsa di una pandemia come non s’era mai vista negli ultimi cento anni, ha costretto le persone di tutto il mondo, seppur in momenti diversi, ad un duro e severo lockdown, al fine di arginare la forza brutale del virus. In questa fase di ritrovata libertà, seppur lontana dagli standard pre-covid, è ammesso recarsi nella maggior parte dei paesi europei, oltre che in tutta Italia.

Partire per un viaggio: valigie, zaino in spalla e….carta di credito!

La voglia di concedersi qualche giorno di relax, dopo i tanti mesi trascorsi all’interno delle proprie mura domestiche, è più che mai viva nel popolo italiano, il primo, nel mondo occidentale, ad essere colpito duramente dalla pandemia. Non tutti gli spostamenti, però, possono essere eseguiti con la propria autovettura: se vogliamo raggiungere una località a noi lontana, il treno o l’aereo rappresentano, a tutt’oggi, la soluzione ideale, che consente di risparmiare in termini economici e di stress psico-fisico.

Quando si parte per un lungo viaggio, oltre a preparare la valigia, è bene munirsi di uno strumento che, al giorno d’oggi, è diventato assolutamente indispensabile: la carta di credito. Un numero elevato di turisti, una volta raggiunta la meta vacanziera, manifesta la necessità di noleggiare un’automobile, mezzo di trasporto indispensabile, poi, per potersi muovere liberamente in loco.

Non tutti sanno, però, che per poter usufruire di questo servizio, la maggior parte delle società di autonoleggio richiedono, espressamente, l’utilizzo della carta di credito a titolo cauzionale: senza di essa, nella quasi totalità dei casi, addio vacanza “on the road”, con la comodità che solo l’autovettura, specie in alcuni luoghi caratteristici, è in grado di fornire al turista.

È molto importante, di conseguenza, programmare tutto a tempo debito, in modo da poterne entrare in possesso prima di partire per il nostro viaggio vacanziero. Ad esempio, è possibile noleggiare l’auto con la carta di credito prepagata viabuy le cui caratteristiche e i costi li mette ben in evidenza il sito totalmente dedicato alle carte: cartadicredito.net, un sito di comparazione che riesce ad orientare l’utente nella scelta dello strumento di pagamento più affine alle proprie esigenze.

I motivi per i quali viene richiesta la carta di credito quando si noleggia un veicolo

Perché i noleggiatori richiedano, espressamente, che l’utente disponga di una carta di credito, è presto detto. Questo strumento, infatti, consente loro di costituire un deposito cauzionale a garanzia del veicolo noleggiato: se in uno strumento di pagamento non v’è presente alcuna disponibilità, nulla, conseguentemente, può essere trattenuto dall’agenzia di autonoleggio.

La carta di credito, di conseguenza, tutela l’esercente da eventuali danni causati involontariamente da soggetti terzi al veicolo o da contravvenzioni che gli stessi, eventualmente, hanno subito durante l’utilizzo dello stesso. Quest’ultimo caso è quella più lampante: la maggior parte delle volte, complici i rilevatori di velocità posti ai bordi delle strade, le contravvenzioni vengono recapitate a distanza di diverse settimane. Grazie alla carta di credito, l’esercente entra in possesso, eventualmente, della cifra relativa alla multa comminata.

Navigando nel web, è possibile trovare alcuni autonoleggi, pochi a dire il vero, che consentono di accedere al servizio anche senza la carta di credito. In questi casi, però, la cifra da costituire come deposito è particolarmente elevata. E la sua restituzione, di norma, avviene dopo un lungo periodo. A questo, purtroppo, si aggiunge, poi, il rischio di entrare con soggetti terzi poco seri e professionali, dei veri e propri truffatori che non restituiscono alcuna somma: se si opta per questa opzione, è assolutamente indispensabile disporre della ragionevole certezza che l’autonoleggiatore sia assolutamente affidabile.