Indici: S&P500 ancora nel range 1050-840

di Francesco Giocondo Commenta

Il tading-range presente sull’indice SP500, segnalato nella precedente analisi, non è ancora stato violato in nessuna delle due direzioni: persiste quindi l’indecisione che si riflette anche sulle altre piazze mondiali (abbiamo gia parlato dell’importanza di questo indice a livello globale). La creazione di una candela Marubozu il giorno 20 Ottobre aveva acceso negli operatori la possibilità di assistere alla rottura verso l’alto del range disegnato in rosso, ma i venditori hanno ancora una volta assorbito gli acquisti, spingendo i prezzi verso il canale rosso ribassista che ora funge da resistenza. L’ipotesi che si fa strada è quindi quella di un ribasso nei prossimi giorni, il che segnerebbe nuovi minimi annuali: la rottura della parte bassa del range (840 punti indice) ci proietterebbe verso i minimi del 2003 che avranno funzione di supporto. In caso di rialzo, il primo target rimane la parte alta del medesimo trading-range (1050).

Lascia un commento