Borse europee, avvio fiacco. Il petrolio potrebbe aumentare

di Daniele Pace Commenta

petrolioWall Street ha chiuso, nella notte, con il segno negativo, e così l’avvio europeo è abbastanza fiacco, anche se positivo. A New York il Dow Jones perde lo 0,3% e il Nasdaq lo 0, 8%. Anche Tokyo ha chiuso in perdita, con il Nikkei che scende dello 0,13%.

Le borse europee

Al momento Milano gira attorno alla parità, e Francoforte segna solo un +0,06%. Meglio parigi, a +0,18% e Londra, con il +0,41%.
A Milano molti gli osservati speciali, che oggi vedranno riunire le loro assemblee degli azionisti. Occhi puntati su Acea, Atlantia, Amplifon, Yoox Net-a-porter, Brembo, Astm, Prima industrie, e Salvatore Ferragamo.
Scende un pochino l’euro nei confronti del dollaro, ora a 1,2342, ma si apprezza sullo yen, a 132,90, e sulla sterlina. Lo spread italiano è ai minimi storici, a 117 punti, e rendimento all’1,18%

I dati e il petrolio

Oggi si conosceranno i dati dell’inflazione giapponese dello scorso mese, i prezzi della produzione tedesca, l’indice di fiducia dei consumatori europei.

Oggi vertice dei produttori Opec, e petrolio in calo. Wti a 68,09 dollari e Brent a 78,60 dollari. Ma il prezzo del greggio potrebbe salire dopo il vertice di oggi. Intanto scende l’oro, a 1344 dollari l’oncia