Amazon pronto a lanciare token e accettare criptovalute

di Valentina Cervelli Commenta

Amazon pronta a lanciare un suo token e a entrare finalmente nel mondo delle criptovalute consentendo ai propri clienti di pagare con questo? Per ora si tratta solamente di un’indiscrezione, ma in molti si stanno chiedendo se questa voce che gira nei corridoi possa essere vera e quali potrebbero essere le conseguenze.

Amazon e criptovalite: potenziale incredibile

Quando si parla di criptovalute e di Amazon bisogna tenere da conto della grandezza di entrambe: le monete digitali rappresentano uno strumento finanziario importante e sottopposto alla stretta osservazione di tutti i governi esistenti mentre l’e-commerce gestito da Jeff Bezos è un’azienda tra le più importanti e fruttuose a livello mondiale. Va da sé che l’intersecarsi degli interessi delle azioni di entrambi i mondi potrebbe cambiare effettivamente la vita dei consumatori e loro approccio a certi prodotti specifici di tipo finanziario.

La notizia è stata riportata da City A.M., citando una fonte rimasta anonima. Non stupisce che la gola profonda non abbia voluto rivelare la sua identità, soprattutto in questo momento con l’abbandono da CEO di Bezos ancora in ballo e tutto quello che potrebbe dipendere da una effettiva apertura di Amazon alle criptovalute. Quel che si è capito è che la società sarebbe pronta integrare Bitcoin come forma di pagamento per gli acquisti eseguiti sul portale. Non solo: questo passaggio potrebbe accadere già entro la fine di questo 2021, con un 2022 che prometterebbe l’introduzione di un token nativo di Amazon.

Vi sarebbero primi indizi di veridicità

Sebbene dare credito alle voci di corridoio sia difficile, va ha detto che un primo indizio concreto sarebbe arrivato dalla pubblicazione di un annuncio di lavoro, legato ad Amazon, per l’assunzione di un esperto in blockchain, registri distribuiti  e criptovalute. Secondo la fonte anonima, ad essere coinvolto in prima persona nell’iniziativa vi sarebbe lo stesso Jeff Bezos, che avrebbe dato il via all’operazione nel 2019: tutto ora sarebbe pronto per uscire allo scoperto.

Sebbene Bitcoin rimanga la principale ed eventuale possibilità di pagamento in criptovalute offerta da Amazon, anche altre monete digitali sarebbero state prese in considerazione e non si esclude un eventuale implementazione in futuro di Ethereum, Cardano, e Bitcoin Cash. Racconta la fonte:

Il progetto darà vita a un’infrastruttura a più livelli attraverso la quale potrai pagare per prodotti e servizi oppure guadagnare token mediante uno schema di fidelizzazione.

Non resta che attendere e vedere se queste chiacchiere diverranno realtà: si può però sottolineare come la notizia abbia dato una forte spinta al Bitcoin che, dopo un crollo nei giorni passati, è risalito a 39.000 dollari proprio grazie a questa news.