ETF Short: per guadagnare anche se il mercato scende

di Tiziano Rotesi 3

Le ultime due giornate di contrattazioni, ma anche il generale l’andamento degli ultimi mesi, hanno evidenziato che indipendentemente dal settore, dalla capacità di generare reddito o da altri fattori, se il mercato scende, scende tutto. Oggi ci concentreremo su alcuni ETF che ci permettono di guadagnare quando il mercato scende: gli ETF short. Cosa vuol dire andare short: alcune banche consentono ai propri clienti di acquisire posizioni short sui titoli del mercato. Il meccanismo è questo: la banca presta al cliente le azioni (supponiamo 100 ENI) il quale le rivende sul mercato; alcuni giorni dopo il cliente ricompra le azioni (di nuovo le 100 ENI, ma che si saranno spostate dai valori dei giorni precedenti) e le restituisce alla banca. Il guadagno potenziale deriva dalla possibilità che il titolo scenda, se infatti dopo 5 giorni il titolo è sceso del 10% il cliente riuscirà a ricomprare le azioni da rendere alla banca pagandole meno di quello che aveva ricavato dalla precedente vendita.
Gli ETF short replicano questo meccanismo, ma semplificano la procedura in quanto chi compra l’ETF si troverà possessore di un titolo che semplicemente si muove in direzione opposta a quella del sottostante. Nel mercato italiano l’offerta di ETF short è varia e comprende titoli legati ad indici diversi. Dal settore delle banche a quello della salute passando per l’oil & gas. Ovviamente comprando un ETF Short ci esponiamo al rischio che il sottostante salga. Oggi vorremmo guardare nel dettaglio due ETF emessi da SGAM che hanno come sottostante l’indice S&P MIB italiano:

-Bear S&P MIB-SG (BERMIB.MI)
: come potete vedere anche dal grafico qui sotto questo ETF riesce a replicare l’andamento dell’ S&P MIB in modo speculare (in blu l’S&P MIB, in verde BERMIB.MI)


Extra Bear S&P MIB-SG (XBRMIB.MI): in questo caso è presente anche l’effetto leva del 200%. Se il mercato scende di un punto percentuale, questo ETF sale di due punti. E’ quindi caratterizzato da un livello di rischio maggiore di quello dei normali ETF, ma nel caso di fasi turbolente di mercato come quelle che abbiamo visto negli ultimi giorni può portare ottimi guadagni.

Commenti (3)

Lascia un commento