L’industria chimica italiana registra un calo nella produzione

di Chiara Ranallo Commenta

In Italia il settore dell’industria chimica si sta indebolendo. Nei primi 4 mesi de 2008, infatti, è stato registrato un calo dello 0,1%. A determinare la debolezza del comparto è l’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime accompagnato da una scarsa domanda italiana. Le stime della Federchimica non sono rosee nemmeno per il resto dell’anno. Prevista infatti una crescita attorno allo 0,2%. Per far fronte a questa situazione la Federchimica chiede

un alleggerimento degli oneri burocratici per le imprese italiane che pesano l’1% del Pil e che per la chimica si può stimare sia almeno 4-4 volte tanto; interlocutori responsabili; norme più razionali e comprensibili.

Lascia un commento