Manovra finanziaria 2011 approvata al Senato

Prima del giorno di Natale, arriva come promesso il pacchetto da 35 miliardi di euro che servirà a rimpinguare le casse del nostro Stato: ben 21,4 miliardi verranno da Imu e stretta sul fisco. Sebbene il governo avesse promesso che la manovra avrebbe contemplato non solo balzelli fiscali ma anche incentivi e stimoli per la crescita economica, il pacchetto é composto per ben l’85% di tasse, mentre il restante 15% é dedicato ai tagli sugli sprechi. In molti auspicano che le misure strettamente per la crescita arrivino in un futuro non troppo lontano. Ad ogni modo il decreto salva Italia passa al Senato, tra polemiche varie.

Casa: iniziamo subito dall’argomento di maggiore discussione in questo periodo, che tra l’altro é anche l’ambito da cui si trarrà gran parte del gettito. La nuova Imu aumenta l’imponibile rispetto all’Ici di circa il 60%, con detrazioni massime di 600 euro.

Patrimoniale: sebbene lo stesso governo abbia più volte sottolineato che una precisa tassa patrimoniale non avrebbe portato molto lontano e sarebbe stata comunque aggirabile dai più furbi, in arrivo balzelli su patrimoni, auto di lusso, barche, aerei, elicotteri, capitali che in passato sono stati scudati.

Addizionale Irpef: porterà nelle casse dello Stato circa 2 miliardi all’anno, l’aliquota passa dallo 0,9 all’1,23 per cento.

Aumento dell’Iva: due punti percentuali in più che non partiranno da subito ma sono attesi per ottobre e solo in caso di necessità.

Tagli agli enti locali: 1,45 miliardi all’anno in meno ai Comuni, 415 in meno per le Province ed infine 920 milioni alle Regioni a statuto speciale e alle province autonome.

Manager in ambito bancario e finanziario e stipendi politici: i non potranno più avere i doppi incarichi mentre i parlamentari hanno garantito tagli ai propri vitalizi, ma non ci sono limiti di tempo all’applicazione delle misure.

Riforma sulle pensioni: in arrivo il metodo contributivo per tutti, dal 2018 l’età della pensione per uomini e donne sarà unificata a 66 anni. L’adeguamento all’inflazione sarà garantita per gli assegni fino a 1.400 euro.

 

 

3 commenti su “Manovra finanziaria 2011 approvata al Senato”

  1. Pingback: Manovra finanziaria 2011 approvata al Senato | Svoogle News
  2. Pingback: Roma news: Decreto Cresci-Italia, va bè aspettiamo? | Vastese News
  3. Pingback: Decreto Cresci-Italia | Svoogle News

Lascia un commento