Termini in sciopero: operai Fiat bloccano la Statale

di Laura 2

Giornata di sciopero per gli operai Fiat: l’incertezza sul futuro lavorativo é così forte da spingere gli operai di Termini Imerese a bloccare per quarantacinque minuti, in entrambi i sensi di marcia, le autostrade Palermo-Catania e Palermo-Messina e anche la stazione ferroviaria di Fiumetorto, sulla linea che collega il capoluogo alla citta’ dello Stretto. Dalle ore 7.45 alle 8.30 della giornata di ieri hanno bloccato il traffico e successivamente gli operai dello stabilimento e dell’indotto sono riuniti davanti al cancello della fabbrica, dopo una breve assemblea nella quale e’ stato deciso di proseguire con scioperi e proteste anche nei giorni a venire.

 Questi gesti – sottolinea il segretario provinciale della Fiom di Palermo Roberto Mastrosimone – danno l’ idea dello stato di esasperazione, che vivono gli operai. Servono risposte concrete.

L’incertezza che pende sul futuro di Termini è tale che il territorio non può più aspettare, ha aggiunto il sindaco della città siciliana Salvatore Burrafato.

La protesta non si ferma, hanno sottolineato i sindacati, i quali hanno reso nota la decisione di andare avanti almeno fino ai tavoli di martedi e mercoledi’ con Lombardo e il ministro Romani. Quello che succedera’ dopo dipendera’ dagli esiti degli incontri. I lavoratori di Termini inoltre vogliono sapere quale strada si possa intraprendere per risolvere il problema del posto di lavoro.

Gli operai Fiat sono preoccupati per il fatto che le aziende che dovrebbero subentrare a Fiat nello stabilimento – DR (settore automotive), Lima Group (elettromedicali e protesi sanitarie), Biogen (che si occupa di energetico e biomasse) oltre a Medstudios (che lavora nel campo di produzione tv) e Newcoop (piattaforma logistica per la grande distribuzione) – prevedono l’assorbimento complessivo di 1.650 lavoratori su un totale di 2.200, escludendo quindi una larga fetta di lavoratori, ai quali non si sa ancora precisamente quale sorte toccherà. Anche per oggi è in programma un analogo blocco della produzione con i lavoratori che dovrebbero raggiungere il capoluogo siciliano er discutere con il governatore Raffaele Lombardo.

Commenti (2)

Lascia un commento