Asta Btp sopra le aspettative, i mercati respirano

di Redazione 1

Anche se la giornata a Piazza Affari è prossima alla verità e lascia aperte ipotesi ribassiste per l’immediata chiusura del ciclo a due giorni una notizia positiva (o comunque non-negativa) arriva direttamente dal mercato dei titoli di Stato, che nell’ultimo periodo misura la tensione più di qualsiasi altro indicatore disponibile.

L’asta di oggi ha riscontrato una buona domanda anche se i rendimenti rimangono alti: per il decennale si conferma il 7.56% mentre il triennale è venduto con tasso al 7.89%. Lo spread con il Bund allenta la tensione di qualche punto portando il differenziale intorno a quota 490 ed anche se resta l’allarme rosso il buon collocamento di oggi fa’ ben sperare per l’immediato futuro.

Tornando a Piazza Affari, brilla Azimut con un 4.04% di performance che sovraperforma ampiamente l’indice di riferimento al momento fermo a +0.61%. Segue Tenaris con 2.76% di guadagno e Buzzi Unicem con il 2.72%; proprio quest’ultimo titolo è l’unico del podio di oggi a non mostrare potenzialità di crescita nel medio periodo alzando la volatilità a favore di una fase laterale ad ampio range.

Dall’altra parte del listino italiano delle Blue-Chips abbiamo Fondiaria-Sai che cede quasi il 3% seguita da Mediobanca con -2.15% e Banca MPS –1.76%. L’intero settore bancario però è in linea con l’indice di riferimento ed attualmente naviga in territorio positivo con una performance modestissima (0.30%) anche se promette di sovraperformare il Mib in caso di rialzo.

Il rialzo appunto si avrebbe con il recupero di 14750 punti, che vorrebbe dire anche allontanarsi dai livelli critici di qualche giorno fa’; sotto a 13750 il pericolo recessione sale esponenzialmente per noi come per l’Europa (che contestualmente scenderebbe sotto i livelli critici di Eurostoxx e Dax) ma a pagarne le conseguenze più gravi sarebbe proprio Piazza Affari che storicamente si trova in fortissima divergenza con l’indice principale.

La perdita di 14550 costringerà ad un close vicino a 14250 per il termine del primo ciclo a 2 giorni del nuovo tracy+1 in corso, ma solo sotto a 14100 è altamente sconsigliato lo short overnight.

Commenti (1)

Lascia un commento