Contestazione ISVAP su Fondiaria Sai

Fondiaria Sai è intervenuta ufficialmente per fornire alcune precisazioni sulle notizie apparse sulla stampa nelle scorse giornate. In particolare, la compagnia assicurativa sostiene che nella giornata di venerdì 15 giugno l’ISVAP avrebbe notificato alla società, ai suoi consiglieri di amministrazione e ai componenti del collegio sindacale, la contestazione di condotte ai fini del Codice delle Assicurazioni Private.

Le contestazioni sono originate da una serie di rilievi svolti nell’ambito del procedimento ispettivo avviato dallo stesso Istituto di Vigilanza il 4 ottobre 2010, e dalla successiva denuncia al collegio sindacale presentata in data 17 ottobre 2011 dal socio Amber Capital Investment Management, come gestore del Fondo Amber Global Opportunities Master Fund Ltd.

Le contestazioni si concentrano su alcune operazioni con parti correlate e, in maniera più specifica, su diverse operazioni immobiliari con la società Immobiliare Costruzioni – Im.Co. Spa, e le sue controllate, riconducibili alla famiglia Ligresti, sull’operazione di acquisto di Atahotels, realizzatasi nel 2009, e sui compensi corrisposti ad alcuni esponenti della famiglia Ligresti, direttamente o a favore di società a loro riconducibili, nel corso degli ultimi anni.

Secondo quanto afferma l’ISVAP, le contestazioni rilevate costituiscono irregolarità “gravi” rilevanti ai fini dell’adozione dei provvedimenti previsti dal Codice. Pertanto, l’Autorità ha assegnato alla società un termine massimo di 15 giorni per far cessare definitivamente le irregolarità riscontrate e rimuoverne gli effetti, individuando eventuali responsabili nel compimento delle operazioni contestate.

FALLIMENTO LIGRESTI

In seguito al provvedimento assunto dall’Istituto, Fondiaria Sai rende noto che per domani è stata convocata una riunione del consiglio di amministrazione della società, al fine di valutare le contestazioni notificate lo scorso 15 giugno, e per accelerare le verifiche già in corso, in riferimento ai fatti contestati, per poter assumere – sentito il comitato degli indipendenti – le iniziative necessarie nel rispetto dei termini assegnati dall’Authority.

Lascia un commento