La Banca d’Inghilterra taglia i tassi, la Bce no

di Redazione 1

E’ do poco fa la notizia che la Banca d’Inghilterra ha deciso di tagliare i tassi di un quarto da 5,25% a 5%. La decisione non è arrivata inattesa, e il taglio dei tassi giunge come tentativo di frenare la crisi del mercato immobiliare e del credito. Non la pensa evidentemente allo stesso modo la Bce che ha scelto invece di lasciare i tassi invariati nonostante il Fondo Monetario Internazionale avesse in qualche modo invitato la Banca Europea ad intervenire. La principale preoccupazione di Trichet resta ancora l’inflazione, che nel mese di marzo ha toccato quota 3,5%, e l’obiettivo della Banca Europea è quindi quello di mantenere stabili i prezzi. Non sembra invece creare particolari allarmi il rallentamento della crescita, che secondo Trichet, ci sarà ma moderato, dal momento che “i fondamenti” sono sempre buoni. Dopo la notizia l’euro ha perso un po’ di terreno nei confronti del dollaro,e dopo aver raggiunto quota 1.5910 questa mattina è poi calato a 1.585.

Commenti (1)

Lascia un commento