Valute: l’outlook della Grecia favorisce il real brasiliano

di Simone Ricci 1

Il 19 gennaio del 1999 era stata l’ultima occasione in cui il real brasiliano aveva raggiunto un livello talmente alto: la valuta sudamericana è riuscita finalmente ad eguagliare quella performance e il merito sta tutto nella sostanziosa domanda da parte degli investitori, i quali sono alla ricerca di assets ad alto rendimento a causa della crisi del debito che coinvolge la Grecia. Nel dettaglio, il real è riuscito a guadagnare lo 0,4%, attestandosi a quota 1,55564 dollari.

Il livello di dodici anni fa era invece pari a 1,5534 dollari: la settimana che si sta per concludere è stata davvero positiva per questa moneta, tanto che si è verificato un rialzo di ben 3,1 punti percentuali. Anche il real, dunque, conferma che il Brasile è la principale economia emergente del momento, con outlook sicuramente migliori rispetto a quelli ellenici: il gap è piuttosto evidente, soprattutto per quel che concerne l’indebitamento e i tassi di interesse che sono praticamente vicini allo zero.

Commenti (1)

Lascia un commento