Mps -22% in tre giorni in borsa in attesa cda straordinario

di Redazione Commenta

Ancora profondo rosso in borsa per le azioni Banca Monte dei Paschi di Siena, che ieeri hanno chiuso la seduta con un calo dell’8,19% a 0,2333 euro. Negli ultimi tre giorni la flessione complessiva è stata del 22%. Il 7 gennaio il titolo era salito fino a 0,313 euro, ma da allora la performance è stata negativa per il 34%. Ieri il titolo è sceso sui minimi più bassi degli ultimi venti giorni a 0,2321 euro, ma oggi potrebbe continuare a scendere avvicinandosi nuovamente a 0,2 euro.

Lo scandalo dei derivati finanziari, che ha portato tra l’altro alle dimissioni di Giuseppe Mussari dalla presidenza dell’Abi, ha scatenato un polverone che ha coinvolto gli ex vertici della banca senese (Mussari e Vigni), Bankitalia, Fondazione Mps e politica. L’istituto bancario di Rocca Salimbeni è da sempre considerato un “feudo rosso”, in passato era la banca del Pci. Tuttavia, il Partito Democratico, nonostante le forti accuse arrivate dagli altri schieramenti politici, ha voluto prendere le distanze dallo scandalo derivati di Mps.

MPS NELLA BUFERA PER SCANDALO DERIVATI

Intanto oggi è previsto il cda straordinario. che si preannuncia infuocato. In agenda c’è l’approvazione da parte dei soci dei Monti-bond per 3,9 miliardi di euro e dell’aumento di capitale da 4,5 miliardi di euro per l’eventuale conversione degli strumenti. E’ chiaro che si parlerà anche dello scandalo dei derivati, in particolari quelli sottoscritti con Deutsche Bank (“Santorini”) e Nomura (“Alexandria”). L’amministratore delegato Fabrizio Viola sta provando a rassicurare mercati e dirigenti, ma peer ora senza grande successo.

MPS: BANCA A RISCHIO CRACK?

Viola ha dichiarato che le perdite (previste intorno ai 720 milioni) saranno coperte con i Monti-bond. Intanto, sale con decisione anche il premio per assicurarsi sull’eventuale default della banca senese. I cds a 5 anni sul debito senior sono schizzati a 462 punti base, mentre i cds sul debito subordinato a 846 pb. Si tratta di livelli altissimi, se si considera che la media europea è sotto i 140 pb per il debito senior.

Lascia un commento