poste_italiane_pacchi_postali.jpg

Presentato ieri dall’AD Massimo Sarmi, il Bilancio Consolidato 2007 di Poste Italiane e il progetto di Bilancio della società Capogruppo per il 2007. Nel 2007 l’utile netto consolidato si attesta a 844 milioni (+25% rispetto all’anno precedente), il Risultato operativo sale a 1,8 miliardi di euro (+19%) e la Redditività si conferma la più elevata tra gli operatori postali europei, fissandosi a 15,5%. Il 2007 si conferma così il sesto esercizio positivo del gruppo guidato da Massimo Sarmi.

Il Gruppo Poste Italiane, oltre a garantire il servizio universale postale, è in grado di offrire prodotti e servizi integrati di comunicazione, logistici e finanziari su tutto il territorio nazionale. Ottime le performance del settore Bancoposta: nel 2007 Poste Italiane si conferma leader nel mercato delle carte prepagate con ben 3,5 milioni di PostePay assorbite dalla clientela (5,9 milioni sono invece le carte di debito vendute) e 5,2 milioni sono i conti correnti. Complessivamente il settore finanziario ha portato a Poste Italiane ricavi per 4,5 miliardi (+2,7% rispetto al 2006). Anche per i servizi BancoPosta e Postepay il risultato è positivo. BancoPosta ha attivi 5,2 milioni di conti correnti; 5,9 milioni di carte di debito e 3,5milioni di carte prepagate Postepay. I ricavi dei servizi finanziari di gruppo, nel 2007 si attestano a 4,5 miliardi di euro, in crescita di 117 milioni di euro rispetto al 2006 (+2,7%).


Inoltre il Gruppo quest’anno si è addentrato in un altro settore, come spiega il presidente Massimo Sarmi:

L’azienda recentemente si è lanciata in una nuova sfida: l’ingresso nella telefonia mobile come operatore virtuale con il brand PosteMobile. L’obiettivo è quello di raggiungere 400 mila schede telefoniche entro la fine dell’anno, e siamo già a quota 200 mila.

L’ad ha anche anticipato che l’assemblea di Poste, con all’ordine del giorno il rinnovo del Cda, è stata fissata in prima e seconda convocazione rispettivamente il 28 aprile e il 28 maggio.

Commenti (2)

  1. Si, sono da anni in utile che le altre aziende (escluse banche e assicurazioni) si sognano. Ma i servizi sono scadenti :
    1- le code infinite agli sportelli sono ormai pane quotidiano
    2- nei periodi cruciali (ferie) spesso la posta si accumula o peggio non arriva!!!
    3 – assumono i postini con contratti a tempo determinato (a prezzi ridicoli)

    Già da un pò le mie bollette (che posso vedere online) le pago in tabaccheria allo stesso prezzo – 1 euro – e senza code.

  2. Si ma solo perchè si gongolano nel monopolio e qui c’è la prova:

    http://www.rabbiamadeinme.it/2008/03/29/poste-italia-racommandata/

Lascia un commento