Sviluppo Mezzogiorno: sbloccati i fondi per l’innovazione tecnologica

di Redazione Commenta

L'assegnazione dei fondi, per un massimo di 2,5 milioni di euro per ogni impresa selezionata, sarà a cura di quattro società di gestione del risparmio che si occuperanno della valutazione e della validazione dei progetti.

Dopo una lunga attesa, durata ben quattro anni, le imprese del Meridione, quelle sane che puntano sull’innovazione, potranno contare su una dote pari a ben 160 milioni di euro grazie al cosiddetto “Fondo dei fondi“, uno strumento di accesso al credito caratterizzato dalla partecipazione mista, e paritetica, dello Stato e delle società di gestione del risparmio.

L’iniziativa, annunciata da Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione, andrà in particolare a sostenere sia il venture capital, sia le innovazioni nel settore dell’information technology. Questo perché, tra l’altro, il Meridione mantiene purtroppo un gap elevato nell’innovazione rispetto al Nord del Paese a causa di bassi investimenti in infrastrutture ed innovazione di prodotto.

Il “Fondo dei fondi“, oltre alle Regioni del Mezzogiorno, riguarderà anche il Molise e l’Abruzzo, ma, al fine di premiare in tutto e per tutto l’eccellenza d’impresa, non potrà essere oggetto di utilizzo da parte di piccole e medie imprese che sono in difficoltà. L’assegnazione dei fondi, per un massimo di 2,5 milioni di euro per ogni impresa selezionata, sarà a cura di quattro società di gestione del risparmio che si occuperanno della valutazione e della validazione dei progetti.

Lascia un commento