Opel e Magna sono d’accordo: manca l’ok del governo

di Redazione Commenta

Il primo amore non si scorda mai direbbe qualcuno. E difatti dopo mesi si incertezze, nuovi concorrenti e colpi di scena, sarà Magna, alla fine di una trattativa durata quattro mesi, a rilevare la casa automobilistica tedesca. Lo ha confermato il co-amministratore delegato del gruppo austro-canadese, Siegfried Wolf:

È stato raggiunto un accordo tra il management di Magna, Sberbank e Gm per la cessione di Opel.

Il testo dell’offerta definitiva è stato quindi recapitato a Detroit, Gm studierà dettagliatamente la proposta nei prossimi giorni. Ciò significa quindi che non sono stati definitivamente chiusi i battenti per un’ultima proposta in extremis da parte di Rhj. Se tutto dovesse proseguire con Magna, per l’ok definitivo Gm dovrà comunque aspettare il pronunciamento del governo tedesco sulle garanzie finanziarie all’operazione.

Lascia un commento