Il brusco calo dell’occupazione femminile

Le donne lavoratrici del nostro paese non se la passano certo bene: secondo quanto emerso dall’ultimo stato dell’occupazione femminile che è stato redatto dal Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, il dato che emerge con maggiore nettezza è il declino delle donne che hanno un posto di lavoro. Le stime si riferiscono ai primi nove mesi dello scorso anno (quindi il periodo compreso tra i mesi di gennaio e settembre del 2011), un arco temporale in cui sono state registrate 45mila occupazioni in meno, un dato che fa sicuramente riflettere ma anche allarmare. Nonostante il segno negativo, comunque, sono proprio le donne quelle che vantano il numero maggiore di ore di lavoro al giorno, visto che bisogna ricomprendere nel novero anche coloro che svolgono dei lavori domestici.