Azimut target price alzato da Goldman Sachs a 13 euro

di Redazione Commenta

Giornata positiva per il titolo Azimut alla borsa di Milano, dove guadagna lo 0,18% a 11,18 euro. Le azioni della compagnia attiva nel risparmio gestito continuano a fare meglio del mercato, visto che oggi l’indice azionario italiano FTSE MIB segna un ribasso dello 0,2% dopo che la quotazione era salita sopra 17.000 punti ai massimi da marzo 2012. Azimut continua a fare bene a Piazza Affari, dopo uno strepitoso 2012 che ha incoronato la società di Via Cusani la regina dell’indice FTSE MIB con una performance dell’81,65%.

Il 2013 è iniziato sulla falsariga di quanto mostrato nei mesi precedenti, ovvero con il titolo sempre in rialzo. Attualmente la performance 2013 del titolo Azimut è del 3%. Nella prima seduta dell’anno è stato toccato il massimo più alto da metà ottobre 2007 a 11,24 euro. Oggi le azioni della società milanese sono salite per ora fino a 11,21 euro. Intanto, Goldman Sachs ha deciso di aumentare la valutazione del titolo, incrementando il target price del 25%.

AZIONI DI BORSA DA COMPRARE A PREZZI STRACCIATI NEL 2013

La banca newyorkese ha alzato il prezzo obiettivo a 13 euro dalla precedente valutazione di 10,4 euro. Goldman Sachs continua a ribadire la sua raccomandazione sul titolo a “buy”, comprare le azioni. Secondo gli esperti della banca americana, Azimut resta il titolo preferito nel settore del risparmio gestito che viene visto come una grande opportunità nel bel mezzo della crisi finanziaria. Gli specialisti della banca USA sottolineano che oggi in Italia le banche domestiche controllano il 57% degli asset delle famiglie, mentre le società di gestione del risparmio indipendenti solo il 6,5%.

GESTORI DI FONDI PUNTANO SULLE BORSE NEL 2013

Gli esperti di Goldman Sachs ribadiscono, dunque, il loro giudizio “buy” sul titolo, in quanto Azimut “non ha alcuna esposizione al debito sovrano tramite Ltro”. La situazione di Azimut è dunque diversa rispetto ai principali competitor italiani, ovvero Banca Generali e Mediolanum, che presentano utili gonfiati dalla loro partecipazione al programma di rifinanziamento a lungo termine della Bce. Come Goldman Sachs, anche Equita Sim ha un rating “buy” sul titolo e target price a 13 euro.

Lascia un commento