Trading on line: le offerte di Fineco, Iwbank, Directa e Banca Sella

di ceciliamorello 5

trading on line

Sebbene in Italia il trading on line sia ancora poco diffuso in paragone ad altri paesi, rappresenta potenzialmente “il futuro”. Non basta però avere una connessione Internet ed un computer per acquistare e vendere covered warrant ed azioni di ogni tipo: è necessario anche stipulare un abbonamento con una delle banche che offre questo tipo di servizio. Vedremo quali servizi di trading on line sono più convenienti.

Prima però è importante sapere alcune cose. Con Internet non “entriamo” direttamente in borsa, bensì usufruiamo di un intermediario che è in pratica il sito che scegliamo di usare per cui ci sono delle commissioni da pagare, che possono essere più o meno convenienti.

Inoltre dobbiamo avere un conto corrente presso la società di trading on line tramite la quale operiamo in Borsa ed anche qui le condizioni e i costi possono variare a seconda della scelta.


I vantaggi del trading on line sono molti: oltre alla comodità di operare da casa, avrete anche dei costi inferiori dal momento che “l’intermediario” è telematico, ed una “istantaneità” che evita grosse variazioni nei prezzi. Cerchiamo ora di capire quale banca offre le condizioni migliori.

Le due banche ai vertici per il trading on line sono Fineco e Iwbank. Le commissioni per Fineco sono delo 0,19%, da un minimo di 2,95 euro ad un massimo di 19 euro. Fineco prevede anche un canone mensile di 5,95 euro.

Iwbank propone due tipologie di conti: Conto Iw, senza spese fisse e con interessi al 4%, e Conto Trading, il più adatto per negoziare via Internet in Borsa, con zero costi mensili e commissioni di 12,5 euro.

Ottime anche le proposte di Directa, senza canoni, e commissioni da 0,19% a 0,13% per i Trader, e Banca Sella, che propone commissioni fisse (8 euro) o variabili (da un minimo di 2 euro ad un massimo di 19,95).

Queste quattro sono le banche che offrono le offerte migliori per il trading on line: tutte hanno siti web che permettono un’ottima operatività ed efficienza. La scelta deve essere fatta in base al mercato in cui si vuole operare ed ai prodotti che si intendeno negoziarfe, in quanto qui sono le maggiori variazioni di offerta da operatore ad operatore.

Uno dei vantaggi maggiori ( ma anche svantaggio) del trading on line è dato dalla sua semplicità ed immdiatezza che permette anche a trader non professionisti di operare sul mercato. Quasi tutte queste banche offrono la possibilità di seguire dei corsi sul trading on line pr chi è un neofita.

Commenti (5)

  1. Non dimenticate la sicurezza. Si tratta di una componente importantissima per chi lavora con un conto online. Non tutte le banche online adottano sistemi comparabili, c’è chi ha il token, c’è chi si basa su semplici password…

  2. giusto.
    delle quattro che ho citato il token è usato solo da Iwbank (anche se la sua diffusione a breve dovrebbe essere totale). le altre 3 usano 4 codici, alert sms ad ogni movimento e sistema crittografato a 128 bit. le password sono modificabili in ogni momento dall’utente.

  3. vorrei un tuo parere su Clickoptions :
    http://www.clickoptions.com/web/home.do?loc=it_IT&sid=39022
    per il trading on line su prodotti derivati,a me pare abbia ottime
    condizioni grazie

Lascia un commento