Conto Arancio e le sue concorrenti: dov’è la convenienza?

di Redazione 3

Conto Arancio è un conto corrente un po’ particolare della banca olandese ING Direct. Una delle caratteristiche principali di questa banca è la scelta di non essere presente fisicamente: non dotandosi di sportelli e filiali Ing Direct da un taglio netto ai costi il chè le permette (o le permetteva?) di proporre offerte più vantaggiose delle altre banche.

Ing Direct è sbarcata sul mercato nel 2004 e a suo merito va detto che ha dato una vera e propria smossa al banking on line in Italia. Conto Arancio è un deposito di risparmio che consente ai correntisti un alta remunerazione. I costi operativi della banca sono ridotti allo 0,50% ma dal momento del suo arrivo in Italia ad oggi le offerte concorrenti si sono moltiplicate. L’Osservatorio Finanziario ha steso un rapporto sui conti correnti on line per il 2008 e ne prevede il boom.


Il numero dei conti on line nell’ultimo anno è aumentato del 150% ed oggi sono circa un milione e mezzo coloro che hanno scelto la banca virtuale. Ing Direct è presente anche nel campo dei mutui online con Mutuo Arancio, che dal 2004 ad oggi ha visto la sottoscrizione di 28 mila contratti circa ed un incremento dei finanziamenti richiesti e concessi del 68% nell’ultimo anno.

Il risparmiatore per aprire Conto Arancio deve essere titolare di un conto corrente presso una qualunque banca ed usare il conto “della zucca” come deposito, senza quindi poter fare prelievi bancomat. Il vantaggio di questo deposito è l’alto tasso di interesse (attualmente per chi apre un nuovo Conto Arancio gli interessi sono al 4,25% per 12 mesi).

Proviamo a fare un confronto con gli altri conti on line e gli interessi che offrono. Abbiamo detto che Conto Arancio offre il 4,25% per 12 mesi a chi apre un nuovo conto mentre per i vecchi clienti il tasso è al 3%.

Tra i concorrenti di Conto Arancio più agguerriti abbiamo Santander che offre un conto a zero spese con interessi al 5%, fino al 31 marzo, ed un tasso ordinario del 3,75%, ma anche un conto deposito per 12 mesi con interessi pari al 4,50%.

IWBank, altra banca che ha fatto dell’on line il suo punto di forza, offre un conto, IWPower, con deposito remunerato al 4%, con accredito degli interessi mensili. BancaSella presenta a sua volta un’offerta col 6% di interesse per i primi 30 mila euro fino alla fine di giugno se il conto è aperto entro il 20 marzo ed un tasso di interesse di base del 3,75%.

Fineco propone un conto con interessi al 3,75% ed in più SuperSave, un conto di deposito vincolato con tre fasce di rendimento a secondo di quanto si investe (da 3,75% a 4%). [email protected] dalla sua controbatte con [email protected], che se attivato entro aprile propone il 5% di interessi fino a settembre e dun tasso di base tra i più alti, del 3,90%.

In comune tutti questi conti, o depositi, hanno in comune le zero spese, la trasparenza, la possibilità di essere aperti con estrema facilità e velocità (basta un click!) e soprattutto un’alta convenienza se “nuovi clienti”. Per chi volesse davvero cogliere al meglio queste possibilità la convienenza sta nel diversificare i propri investimenti e nel cogliere al volo le offerte migliori beneficiando dell’abolizione delle spese di chiusura.

Commenti (3)

  1. Ragazzi, un consiglio, attualmente ho un contro weBank, ma ho visto il nuovo conto corrente arancio di ING, io non posseggo titoli ne altro, ho solo l’accredito dello stipiendio! Secondo voi devo cambiare è sicuro al 100% questo CC?
    Grazie

Lascia un commento