Sindacati convocano personale di terra Alitalia

I sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e UGL Trasporti chiedono un incontro urgente ad Alitalia. Sono emerse infatti una serie di iniziative dell’azienda sul personale di terra, come si legge in una nota:

Mai annunciate e men che meno discusse su assetti produttivi e piante organiche. Programmi, annunciati dalle strutture aziendali direttamente ai lavoratori coinvolti, su trasferimenti di risorse, chiusure di sedi e ipotesi di terziarizzazione di segmenti produttivi aziendali.

Intanto precari protestano a Fiumicino. Nei giorni scorsi un gruppo di ex dipendenti (che lavoravano sino a qualche mese fa in Alitalia), hanno manifestato per alcune ore davanti alla sede della compagnia. La ratio della protesta:

L’Italia rischia di rimanere senza latte: gli allevatori minacciano una rivolta

Gli allevatori italiani non ne possono più e minacciano di sollevare una protesta lasciando l’Italia senza latte. A mettere in agitazione gli allevatori è la situazione di crisi in cui verte il settore ed in particolare il prezzo del latte. I produttori, supportati dalla Coldiretti, chiedono di ridurre il valore aggiunto che il latte acquisisce dall’allevatore al consumatore.

Il prezzo del latte aumenta di quattro volte dalla stalla alla tavola e questo, secondo i produttori, rischia di mettere in crisi le aziende agricole e la domanda da parte dei cittadini. Gli allevatori chiedono un adeguamento del prezzo del latte alla stalla che lo porti a 42 centesimi al litro. Richiesta alla quale fino ad ora sono seguiti secchi rifiuti e l’intenzione di abbassare il prezzo del latte a 35 centesimi al litro.