Petrolio, cosa sta succendendo con l’Opec?

Cosa sta succedendo con l’Opec? È quello che si stanno chiedendo tutti quanti: lunedì scorso infatti l’organizzazione dei paesi esportatori di petrolio ha interrotto, senza che fosse stato trovato un accordo, la riunione tenutasi a Vienna e importante per concordare un aumento della produzione di greggio necessaria alla soddisfazione della domanda crescente causata dalla ripresa dell’economia globale.

OPEC, oggi il vertice

Il gran giorno è arrivato. I rappresentanti dei dodici Paesi membri dell’OPEC, Organizzazione responsabile del quaranta per cento della produzione globale di petrolio, si riuniscono per impedire la caduta vertiginosa dei prezzi del greggio.

Arabia Saudita contro l’Opec: aumentano le estrazioni di greggio

L’Opec dovrà affrontare una grana di non poco conto: l’Arabia Saudita, uno dei principali membri dell’organizzazione petrolifera, ha letteralmente infiammato il meeting di Vienna, preannunciando la propria intenzione di aumentare la produzione di greggio a causa degli eccessivi livelli dei prezzi. La nazione asiatica aveva precisato che queste misure sarebbero state adottate solamente in caso di bisogno, ma poi qualcosa di concreto già è avvenuto: il ministro Ali al Naimi ha già approntato un apposito programma, il quale prevede l’estrazione di oltre mezzo milione di barili giornalieri in più nel corso di questo mese, con il totale che si avvicinerà pericolosamente ai dieci milioni, un ammontare che non viene registrato da almeno tre anni.