Mercati valutari: euro debole sul dollaro

Continua la fase di debolezza, anche se all’interno di un movimento laterale discendente molto contenuto, dell’euro. La moneta unica in data odierna, giovedì 23 giugno del 2011, è infatti scambiata contro il dollaro sotto l’area di 1,42 a seguito di dati macroeconomici, in particolare il PMI manifatturiero in Germania, al di sotto delle attese.

Introduzione al Forex

Il mercato Forex, termine derivante dalla contrazione di Foreign Exchange, detto spesso anche FX, è il più vasto, liquido e trasparente mercato finanziario nel Mondo. Il volume d’affari medio supera 2 mila miliardi di dollari giornalieri, mentre l’insieme dei mercati azionari statunitensi non raggiunge il 3% del totale scambiato sul Forex. A differenza degli altri mercati finanziari dalla maggior parte dei quali si può trarre profitto solo quando sono in rialzo, nel Forex un trader può aprire simultaneamente una posizione long (di acquisto) su una valuta e short (di vendita) su di un’altra, il che significa che contrariamente ad altri mercati finanziari, il Forex offre opportunità di guadagno molto più numerose.

Wall Street chiude in rialzo

Gli indici statunitensi di nuovo in rialzo grazie all’annuncio diffuso riguardo un piano voluto da banche volto a stabilizzare il problema della liquidità del sistema bancario. Per quel che riguarda le imprese, General Electric mostra segnali di crescita progressiva soprattutto a seguito di un’attenta valutazione del proprio operato e dopo aver annunciato un progresso dell’11% nei propri ricavi. In ambito sanitario la Cooper, leader nella fornitura di apparecchiature mediche, subisce un calo del 7% dopo la pubblicazione di un dossier trimestrale in cui i bilanci risultano nettamente inferiori alle attese.