Per investire sulle materie prime: Lyxor ETFs Commodities CRB

di ceciliamorello 3

Per investire sulle materie prime ci sono ETf che ne seguono i sottostanti: tra questi Lyxor ETFs Commodities CRB, che offre la possibilità di puntare su ben 19 materie prime con un solo strumento finanziario. Si tratta di un fondo comune d’investimento francese che utilizza come sottostante l’indice Reuters/Jefferies CRB, il quale come detto segue 19 materie prime, raggruppate a loro volte in 7 categorie.

E’ quotato in euro e soggetto ad un ribilanciamento ogni mese. Le commodities (ed i relativi pesi) di cui è composto sono:
  • petrolio WTI 23%
  • nafta 5%
  • senza piombo 5%
  • gas 6%
  • mais 6%
  • soia 6%
  • oro 6%
  • bestiame bovino 6%
  • argento 1%
  • succo d’arancia 1%
  • suini 1%
  • nichel 1%
  • grano 1%
  • cotone 5%
  • cacao 5%
  • caffè 5%
  • zucchero 5%
  • alluminio 6%
  • rame 6%


Come abbiamo già detto in altri articoli puntare su un ETF è un’alternativa all’acquisto fisico (come nel caso dell’oro ad esempio) o ai future, strumento più “elitario”. L’ETF risente del cambio euro dollaro in quanto la maggior parte delle commodities sono scambiate in dollari mentre l’ETF è in armonizzato in euro e questo ne costituisce una pecca perchè si rischia di ridimensionare i guadagni una volta effettuato il cambio.

Il suo andamento è decisamente positivo: nell’ultimo anno ha guadagnato il 17,63%, il 7,51% soltanto negli ultimi tre mesi. Conta su un patrimonio di 262,71 milioni di euro e la commissione è dello o,35%. Qualora si decidesse di puntare su questo ETF è bene sapere che si deve trattare di un investimento a lungo termine, almeno di 5 anni, come del resto sempre quando si tratta di commodities, a meno che non se ne voglia sfruttare l’estrema volatilità (legata a tutti i fattori che le influenzano come la situazione geopolitica o climatica) per un investimento speculativo nel breve periodo, cosa consigliabile però solo a dei professionisti.

Il mercato delle materie prime è uno tra quelli che ha avuto uno i maggiori tassi di crescita negli ultimi anni. Inoltre l’indice Reuters/Jefferies CRB è nato 50 anni fa circa ed è uno dei più affidabili nel replicare l’andamento delle commodities.

Commenti (3)

Lascia un commento