Auto “verdi”: salgono incentivi per gpl e metano

A partire da sabato prossimo, 15 agosto 2009, data di entrata in vigore della “Legge Sviluppo“, gli incentivi per la trasformazione dell’alimentazione delle auto con impianti a metano o gpl saranno più alti. Ad annunciarlo è il Ministero dello sviluppo economico precisando altresì come a partire dalla data indicata il beneficio sarà esteso a tutto il parco delle vetture circolanti indipendentemente dalla loro categoria. E così, l’incentivo per la trasformazione a metano passa da 500 euro a 650 euro, mentre per la trasformazione con alimentazione a gpl l’incentivo statale balza da 350 a 500 euro. Di conseguenza, se fino ad ora a poter sfruttare l’incentivo sono state le automobili di classe “euro 0”, “euro 1” o “euro 2”, adesso sarà possibile anche per le vetture di categoria “euro 3” o superiore fruire dell’incentivo statale per l’installazione dell’impianto di alimentazione a carburante meno inquinante.

Investire in Brasile: buona performance al Bovespa per i titoli bancari e siderurgici

In queste ultime settimane, grazie allo sviluppo economico che si è riflettuto anche sulle performance della borsa, il Brasile ha sorpassato la Cina come più grande mercato secondo il MSCI (Morgan Stanley Country Index), raggiungendo una capitalizzazione di mercato di 509,10 miliardi di dollari (14,95% dell’indice) contro i 481,80 miliardi (14,15%) della Cina. Va detto però che il MSCI Index misura solo il capitale “disponibile agli investitori” delle società quotate in borsa, infatti se si calcola la capitalizzazione complessiva delle società quotate la Cina è ancora nettamente davanti (tra Shanghai e Shenzen il valore complessivo delle società quotate era a gennaio di oltre 3.900 miliardi di dollari, mentre al Bovespa, la borsa di San Paolo, il valore complessivo è “solo” di 1.300 miliardi di dollari).